La RECENSIONE della settimana: MUCHACHAS, la nuova trilogia di Katherine Pancol

muchachas Pancol_Muchachas1

Mentre leggevo il primo volume della nuova trilogia di Katherine Pancol, è già uscito in libreria il secondo. L’uscita del terzo volume è invece prevista per i primi mesi di novembre.

La scrittrice francese, in vetta alle classifiche del suo paese, conosciuta grazie all’appassionante trilogia che l’ha resa celebre in tutto il mondo (Gli occhi gialli dei coccodrilli, Il valzer lento delle tartarughe, Gli scoiattoli di Central Park sono tristi il lunedì) torna in libreria con questa nuova saga, tutta al femminile.

Le protagoniste infatti sono tre donne, due delle quali i lettori hanno già incontrato nei romanzi precedenti: si tratta di Ortense, innamorata follemente del bellissimo e talentuoso pianista Gary, ma che rischia di perderlo perché è completamente concentrata nella sua smisurata ambizione di sfondare nel campo della moda, e di sua madre Josephine, che dopo essersi finalmente arresa all’amore dell’ex marito della sua defunta sorella ed avere assaggiato il sapore della felicità vivendo insieme a lui a Londra, è costretta a rinunciarvi perché la figlia sedicenne Zoé scappa di casa e si rifiuta di farvi ritorno finché non si siano ritrasferite nuovamente a Parigi, dove vive il ragazzo di cui è innamorata.

Il proseguimento delle vicende di questi due “vecchi” personaggi è in realtà solo un piccolo nostalgico assaggio perché a fare da protagonista è la storia della nuova arrivata, Stella, a cui infatti viene dedicato uno spazio maggiore.

Stella è una donna che, sebbene ultratrentenne e con un figlio adolescente, è ancora costretta a subire gli abusi del padre, che la tiene lontana dal suo uomo con la minaccia di denunciarlo alle autorità, poiché è immigrato senza permesso di soggiorno dalla Russia.

L’evidente obiettivo dell’autrice è quello di presentare alle lettrici ciò che si cela nella profondità dell’animo delle donne e le loro difficoltà. Centrale è l’importanza dei legami materni, così come l’amore smisurato delle tre donne per i loro uomini, per la prima ostacolato dall’ambizione, per la seconda dalle proprie insicurezze e dal proprio senso di inferiorità rispetto alla sorella e per la terza da un padre malvagio e criminale.

In particolare la vicenda di Stella richiama l’attenzione sul tema attualmente molto dibattuto della violenza sulle donne: non solo il padre che violenta la figlia e di come questa lotti per liberarsi dal suo gioco, ma dei quotidiani maltrattamenti che la madre continua a subire rassegnata fino a diventare un essere svuotato e terrorizzato.

L’accostamento delle tre storie parrebbe troppo forzato, sembrerebbe l’evidente modo per richiamare i lettori affezionati ad acquistare questa nuova trilogia come se fosse il proseguimento della precedente, se non fosse che alla fine di questo primo capitolo con un deciso colpo di scena si scopre il legame che unisce Stella a Josephine (e quindi anche a Ortense).

Le due donne che non si sono fin ora mai viste, si incontreranno mai?

Stella riuscirà a liberarsi finalmente del terribile padre?

Lo scopriremo nelle prossime puntate.

Pagine: 345

Prezzo: 10 euro

Editore: Bompiani

Giudizio complessivo: ★★★

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...