La Recensione: “Jonathan Strange & il Signor Norrell”- Susanna Clarke

Strange-Norrel.jpg Strange-Norrell

Trama.

Jonathan Strange & il Signor Norrell ci porta in un mondo dove la magia e gli esseri fatati esistono, e hanno avuto un ruolo attivo per tutto il Medioevo grazie all’opera di vari maghi importanti (tra cui Merlino). Il più grande tra tutti è stato il leggendario Re Corvo, che governava su tre regni: la Gran Bretagna del Nord, i Regni Fatati e un regno dell’Inferno. La sua magia e le opere architettoniche che ha fatto costruire hanno influito sul volto della Gran Bretagna. Un giorno, dopo tre secoli, misteriosamente il Re Corvo scompare nel nulla e lentamente la magia abbandona l’Inghilterra, finché non viene studiata in libri di magia teorica da vecchi signori noiosi e sedentari che si definiscono maghi ma non sanno praticare nemmeno il più piccolo incantesimo. A cambiare le cose saranno il Signor Norrel, il primo vero mago pratico dopo secoli, e il suo allievo, Jonathan Strange.

Recensione.

Jonathan Strange & il Signor Norrell, pubblicato in Italia da Longanesi e da TEA, ha vinto il premio Hugo per il miglior romanzo nel 2005. É il primo romanzo della scrittrice inglese Susanna Clarke, pubblicato nel 2004 in Inghilterra e negli Stati Uniti dopo ben otto anni di gestazione. Un lavoro lunghissimo giustificato non solamente dalla lunghezza del romanzo (quasi 900 pagine), ma soprattutto dalla meticolosità con cui è costruito. Infatti, Jonathan Strange & il Signor Norrell, ambientato nel XIX secolo durante le guerre napoleoniche, interseca l’elemento fantasy del ritorno della magia in Inghilterra (dando per background l’esistenza della magia fino a due secoli prima) agli avvenimenti storici reali del tempo di Napoleone. La narrazione è costruita come se gli avvenimenti raccontati siano fatti storici realmente accaduti, con un apparato ricco di note a piè pagina che riferiscono dettagli biografici sui personaggi storici realmente vissuti, come il duca di Wellington, Lord Byron e Giorgio III, accanto a quelli dei personaggi fittizi appartenenti al mondo della magia. Tra le note non manca anche l’artificiosa bibliografia dei volumi sulla magia da cui sono tratte le informazioni che appaiono nel testo. Il libro è corredato da uno splendido apparato iconografico ideato da Portia Rosemberg.

Strange-Portia-Rosemberg
Jonathan Strange esce da uno specchio.
Portia-Rosemberg
Il Signor Norrel e Jonathan Strange, ritratti.

Se non conoscessimo l’anno di pubblicazione non ci verrebbe nemmeno in mente che si tratta di un romanzo moderno, dato che lo stile è del tutto ottocentesco, e ricorda quello di Jane Austen. Per quanto si possa definire un libro veramente bellissimo, accurato, ben costruito, fantasioso, per niente banale o già visto, bisogna essere sinceri nel dire che non è un romanzo adatto a tutti. La trama si snoda lenta, cosicché per portare avanti la lettura è necessario una certa dedizione, anche a causa del gusto per il dettaglio e l’aneddotica dell’autrice. Il presumibile pericolo è che risulti noioso. Quindi se amate le storie più scattanti e scorrevoli, quelle che vi tengono con il fiato sospeso, questo non è il libro che fa per voi. Per chi invece non disdegna libri più impegnativi, alla fine della lunga lettura non esiterete a sentirvi come se aveste letto un vero capolavoro. E dico alla fine della lettura perché quello che si prova per Jonathan Strange e il signor Norrell non può essere un colpo di fulmine, ma un amore che cresce più moderato fino a esplodere potente nelle ultime cento pagine.

Curiosità.

Esiste su Wikispaces una pagina dedicata al mondo di Jonathan Strange e il signor Norrell La Bbc ha girato un serie di sette episodi basata sul libro, che presto comparirà sugli schermi inglesi.   Titolo originale: Jonathan Strange & Mister Norrell. Editore: Longanesi, La Gaja Scienza. Pagine: 881. Prezzo: 16.50 euro. Illustrazioni di Portia Rosenberg. Giudizio complessivo: ★★★★★

Annunci

4 thoughts on “La Recensione: “Jonathan Strange & il Signor Norrell”- Susanna Clarke

  1. L’ha ribloggato su (uno, nessuno e) Centomila librie ha commentato:

    Visto che finalmente è arrivata la serie tv di Jonathan Strange & Il Signor Norrell, vi riposto questa recensione del libro di Susanna Clarke, che ho scritto qualche mese fa!

    Ho visto la prima puntata, e l’ho trovata veramente ben costruita, e di sicuro adatta a un pubblico molto più vasto rispetto a quello del libro. Non mi resta che auguravi buona visione, e per i più temerari di voi, buona lettura!

    Mi piace

  2. Ho visto che da poco è uscita la serie tv: non sapevo fosse tratta da un romanzo! Io amo le storie ambientate nell’Ottocento, soprattutto in Inghilterra: il tocco magico poi è un incentivo in più alla lettura. Non mi spaventano le trame fitte e contorte, quindi credo che leggerò il romanzo: grazie per la recensione!
    Se avrò tempo magari inizierò anche la serie tv!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...