“Non ci capisco niente”, la guida di Francesco Poli per avvicinarsi all’arte contemporanea.

poli arte contemporanea non ci capisco niente   Farbstudie Quadrate by Wassily Kandinsky OSA472 Se davanti al Partenone o a un quadro di Monet tutti non possono che avvertire un alito di grandiosità e bellezza, davanti all’ Orinatorio di Marcel Duchamp, alla Merda d’artista di Piero Manzoni o ai quadri astratti di Kandinsky c’è il pericolo che qualcuno rimanga interdetto. C’è chi afferma che “questa non è arte” e chi, umilmente, dice: “Non ci capisco niente”. Per esperienza ritengo che molto fa l’ignoranza, nel senso che l’Arte Contemporanea non è immediatamente ricondotta al bello dai nostri occhi, e per questo richiede qualche sforzo in più per essere capita. Anche se in realtà qualsiasi tipo di arte si comprende interamente solo con una spiegazione approfondita sull’artista, sul movimento e sul periodo storico. merda d'artistaIo stessa mi chiedevo che difficoltà potesse avere prendere un orinatoio e firmarlo, o pitturare linee geometriche, e non capivo come questa potesse essere considerata arte. Finché non ho frequentato un corso di arte contemporanea all’università, e allora ho iniziato a comprenderla e ad amarla. Questo, però, non vale per tutti. Infatti la mia inseparabile amica, pur frequentando il corso insieme a me, ha continuato ad affermare imperterrita ad ogni lezione che l’arte contemporanea non le piaceva e non la capiva, nel senso che non né vedeva né il senso né la grandiosità. In ogni caso, l’arte contemporanea si impara ad apprezzarla. Dopotutto nell’era prima della fotografia, e poi di Photoshop, l’arte non poteva rimanere troppo legata al rendere il Vero e il Bello della realtà, dato che questo privilegio gli è stato rubato, ma doveva per forza mutarsi nell’astratto e nel dissacratorio. orinatorioEd ecco che Francesco Poli presenta a chi vuole provarci, ad accostarsi all’arte contemporanea, una guida semplice con l’analisi di 62 opere, comprendenti di biografia degli artisti e una curiosità per ciascuno di essi. Il voto dell’esame? 26. Ed è stato il più difficile e il più lungo da preparare di tutti, con circa 20 libri da studiare zeppi di opere. Insomma, il nascere della passione per quella materia non mi ha premiato.

Francesco Poli.

Francesco Poli, nato nel 1949 a Torino, è un critico dell’arte. Insegna Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Brera, e Arte e Comunicazione all’Università di Torino.   Editore: Mondadori Electa Pagine: 150 Prezzo: 22,90 euro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...