Cinque imperdibili libri del 2014.

Vi segnalo cinque interessantissimi libri pubblicati nel 2014, di cui consiglio la lettura. Si tratta di novità stuzzicanti di questo autunno, tra cui il nuovo attesissimo romanzo di Baricco, Smith & Wesson, L’amore che ti meriti di Daria Bignardi che sta ottenendo grande successo, e Il cardellino di Donna Tartt, Premio Pulitzer della narrativa, che sebbene sia stato pubblicato alcuni mesi fa, è stato in cima alle classifiche dei best sellers per diverse settimane.

1) Alessandro Baricco, Smith & Wesson

baricco smith & Wesson Come Novecento, anche Smith & Wesson è ambientato agli albori del secolo scorso e scritto come pièce teatrale. Lo sfondo sono le cascate del Niagara, vicino alle quali, in una baracca, vivono Smith e Wesson. Il primo, meteorologo e inventore, il secondo si occupa di recuperare corpi dal fiume. Un giorno alla loro porta bussa Rachel Green, una giornalista di ventitré anni con il sogno di diventare affermata nel suo lavoro, con il compito di scrivere in dieci giorni un pezzo da prima pagina per il suo capo. La sua idea è quella di diventare lei stessa una notizia da prima pagina, buttandosi in personam dalle cascate del Niagara. Per questo ha bisogno di Wesson, che conosce bene il fiume e può recuperarla prima che muoia, e di Smith, che sceglierà un modo particolare di farla saltare da quelle cascate. Come andrà a finire? Feltrinelli, 112 pagine, 10 euro.

Leggi una recensione più approfondita.

2) Davide Enia, Uomini e pecore

davide enia uomini e pecoreRomanzo perfetto per chi ama l’ambientazione storica della seconda guerra mondiale, la cucina e le storie d’amore, intrecciati sapientemente in tre capitoli. Nel primo si racconta la nascita della pasta alla carbonara, inventata da soldati americani in Abruzzo, che cercano nella cucina un conforto per la perdita dei loro amici, ragazzi diciannovenni stroncati dalla guerra. Il secondo è invece ambientato nei tempi contemporanei, dove un ragazzo vuole dichiarare il suo amore alla sua lei cucinando il piatto del loro primo incontro, la coda alla vaccinara. Con il terzo torniamo alla guerra, dove due ragazzi ebrei, nascosti dentro una cassapanca mentre i tedeschi rastrellano la città, parlano di cosa cucineranno una volta che la guerra sarà finita: il carciofo alla giudia. Edt, 108 pagine, 7,90 euro.

3) Daria Bignardi, L’amore che ti meriti

daria bignardi l'amore che ti meriti L’ultimo libro di Daria Bignardi, una delle nostre giornaliste e scrittrici più amate, di cui vi segnalo una buona recensione, è ambientato nella città di Ferrara. Antonia, scrittrice di gialli che vive a Bologna, vi si reca per indagare sulla morte dello zio materno, Maio, scomparso nel nulla molti anni prima. Alma, sua madre, teme possa essere morto di overdose, rivelando di averlo indotto lei alla droga, come accade tante volte in cui nasce la dipendenza, solo per gioco, solo per provare, una volta sola. A Ferrara Antonia scoprirà la verità, aiutata anche da vari personaggi che incontra, tra cui Michela, che era la fidanzata di Maio. Mondadori, 432 pagine, 18 euro.

4) Zerocalcare, Dimentica il mio nome

dimentica il mio nome zerocalcare Dimentica il mio nome, di cui vi segnalo una recensione interessante, è la nuova graphic novel di Michele Rech, alias Zerocalcare, il fumettista dal grande dono narrativo che sta ottenendo un successo strepitoso. Il suo blog, seguitissimo, è quasi l’unico caso di blog a fumetti italiano. Stampato in due edizioni, una firmata dal solo Zc e una variant, disegnata a quattro mani da Zerocalcare e Gipi, Dimentica il mio nome racconta la storia della famiglia di Zero, a metà tra la consueta autobiografia a cui Michele Rech ci ha abituati e una buona dose di intreccio fantastico. La narrazione parte dalla morte di nonna Huguette, di cui Zero cerca di ricostruire passo dopo passo la rocambolesca vita. Come sempre, Michele Rech riesce a regalarci con grande naturalezza momenti di grande comicità e nello stesso tempo commoventi. Bao, 235 pagine, 18 euro.

Leggi una recensione più approfondita.

5) Donna Tartt, Il cardellino

donna tartt il cardellino Romanzo prima di formazione e poi d’azione, Il cardellino racconta la vita di Theo Decker, tredicenne figlio di genitori separati, che mentre si trova a una mostra di pittura con la madre al Metropolitan Museum di New York diventa vittima di una bomba di un attentato terroristico. Nell’esplosione perde sua madre, e nel caos dei detriti, si ritrova accanto a un uomo agonizzante da cui riceve un anello d’oro e un incarico enigmatico. Theo scappa portando con sé Il cardellino, quadro del 1654 di Carel Fabritius, allievo di Rembrandt. La vicenda viene ripercorsa da un Theo adulto, rinchiuso ad Amsterdam in un albergo quattordici anni dopo l’attentato, e il lettore torna indietro nel tempo con lui preso da un vortice inarrestabile. Per farvi un’idea più completa leggete la recensione di Matteo Persivale, pubblicata ne Il club della lettura del Corriere della sera. Rizzoli, 896 pagine, 20 euro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...