Recensione #48 – Fioly Bocca, Ovunque tu sarai.

fioly boccA ovunque tu sarai recensione

È un vero piacere leggere il romanzo di un’esordiente che si mostra già così matura, sia nella scrittura che nell’abilità di toccare le corde sensibili dell’animo umano, in questo caso quello femminile. 

Ovunque tu sarai, infatti, è un romanzo che permette al lettore di identificarsi a pieno con la protagonista, che sta affrontando un momento molto difficile della sua vita. La madre, che tanto ama, è gravemente malata di cancro, e i suoi giorni sono contati.

Questo libro è arrivato casualmente in un momento della mia vita in cui nemmeno a farlo apposta avrebbe potuto lasciare lo stesso segno. La settimana scorsa è venuta a mancare una persona a me molto cara, e leggere le delicatissime pagine di Fioly Bocca mi ha aiutato ad assorbire un po’ di dolore. Le ho segnate e mostrate a qualcuno a cui voglio bene, che ben più di me era legato a questa persona, sperando che possano aiutare anche lui, come hanno fatto con me.

Questo per farvi capire la grande qualità di questa scrittrice in erba: quella di trasmettere con semplicità delle grandi emozioni.

Anita è una donna appena sopra i trent’anni che non è affatto soddisfatta della sua vita: il suo lavoro come redattrice procede noioso e senza scosse, il suo capo nemmeno la considera e la lunga storia con il suo quasi fidanzato Tancredi (parlano spesso di sposarsi ma non decidono mai una data) è ormai giunta al capolinea, anche se Anita fa di tutto per non accorgersene. Tancredi è ormai la sua quotidianità, e non potrebbe immaginare una vita senza di lui, soprattutto in questo momento in cui ha perso uno dei capisaldi della sua esistenza.

Eppure non si vedono spesso, lui è troppo preso dal lavoro, e mentre sua madre muore, in un paesino del trentino, lui rimane a Torino preso dai suoi impegni lavorativi, e le è accanto solo nel momento del funerale.

Anita continua a mentire, nasconde la testa come tanti nella vita reale fanno, per proteggere le loro relazioni che durano una vita. Anita mente a se stessa e anche a sua madre che si sta spegnendo, dipingendole una vita idilliaca che non ha, un matrimonio in arrivo, un grande affetto da parte di Tancredi…

Finché non incontra Arun Agostini, scrittore cambogiano di fiabe per bambini, e qualcosa nella sua vita prende il volo…

 

Giunti, pp. 156, € 12,00.

Pubblicato ad Aprile 2015.

♥♥

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...